Frasi di vetta

Ecco alcuni pensieri scritti sul libro di vetta al Cristo Pensante:

Vorrei restare quassù, al di là di me, al di là del mio corpo, al di là del mio dolore, dove anima e vette si fondono in un unico respiro.

Mio Dio, Ti avevo perso, Ti ho cercato, Ti ho ritrovato. Ti prego, aiutami a non perderti più.

Arrivato pochi attimi prima del gruppo ho potuto parlare davanti alla statua con Gesù e l’ho sentito particolarmente vicino a me. Mi sono sentito di fargli una carezza, l’ho sentito uomo come noi.

Un passo dopo l’altro i molteplici pensieri abbandonano la mente per lasciare spazio alla contemplazione dell’infinito, di chi non c’è più, di chi ci vive accanto.

Quanti pensieri, quante cose da chiederti, ma solo un grazie per tutto quello che hai sofferto per noi.

La realizzazione di grandi opere avviene attraverso i sogni di grandi uomini. Con rispetto e affetto a tutti voi che lo avete realizzato.

L’infinito e la relazione tra le persone sono del cuore di chi ama.

Grazie per questo esempio di fede, capace di trasportare le montagne. In questo luogo si riflette sui valori più grandi della vita.

Davanti a tanta bellezza ci vuole solo silenzio e ammirazione

Forse noi pensiamo troppo inutilmente, i nostri pensieri sono frutto del nostro passato oppure di preoccupazioni per il futuro. Il pensiero di Cristo è sicuramente eterno e l’Eterno non ha passato ne futuro ma solo il presente.

Il Cristo pensante mi ha aiutato, mi aiuta e mi aiuterà anche in futuro.

Che bello perdersi nei pensieri e scoprire che non siamo soli, che tu sei sempre li ad attenderci in ogni luogo, anche dove la nostra anima conosce la deriva.

Caro Cristo pensante mi hai emozionato il cuore. Lascio le mie pene e la mia gioia sotto la tua croce con tanto amore per te e Maria Santissima. Vi voglio bene immenso , come immenso è questo posto sulla cima del mondo.

La vita è una strada infinita di meravigliose sorprese. Questa mèta è di straordinaria bellezza.

Il mio è un pensiero di ringraziamento. Grazie Signore per il dono della vita, della salute, della famiglia, degli amici. Spero che il Paradiso che con tanto amore ci hai regalato sia così; un posto meraviglioso pieno di luce e di pace.

Dopo tanta fatica sono riuscita finalmente a godere questo fantastico panorama, dove il tempo si ferma e ti esterni completamente dal mondo, dove il silenzio diventa poesia e il vento una melodia.

Percepisco un incredibile senso di appartenenza a tutto questo. Sono come in una danza dove ogni cosa si muove con sincronia ed eleganza.I pensieri che sono nel mio cuore in questo momento parlano di pace, di amore, sono rivolte a quello che attraverso i miei occhi posso ammirare, sono rivolti a tutti quelli che stanno danzando insieme a me. La preghiera di ringraziamento è sempre per Te, che regali emozioni tutte le volte che mi offri un nuovo giorno. Un’amica che torna a salutarti.

Sono venuta davanti a Te, in questo immenso universo che tu hai dato vita e qui lascio le mie lacrime per tutti quelli che non riusciranno mai a capire che basta un respiro o uno sguardo per essere felici.

Amo i luoghi di fede, qui si infrangono le prigioni mentali. Il cuore si apre al mistero, alle infinite possibilità. Il Cristo pensante è un luogo di esplorazione, oltre i confini del conosciuto.

Siamo quasi in Paradiso, oltre il Tuo pensare tieni anche la Tua mano verso di noi.

Nel sentiero della nostra vita troppe volte guardiamo solo verso il basso e vediamo sassi aridi, polvere e terra secca. Non ci accorgiamo che di fronte a noi ci sono esseri viventi capaci di sorriderci e aprirci alla vita. Oggi ho alzato lo sguardo, ho visto il Cristo pensante e, girandomi mi sono accorta di essere su una vetta, riscaldata dal vicino sole, riposata da una bianca nuvole e piena di una meravigliosa splendente energia. Che possiamo tutti riconoscere nella vita i tanti Cristi,  capaci di farci amare la vita. Grazie Dio.

Più si sale, più si impara a guardare la vita con gli  occhi di Dio.

Che il Cristo pensante mi conceda la facoltà di riflettere sulla mia vita e di capire cosa voglio realmente per essere felice.

Qua in alto si tocca il cielo con un dito e ci si sente più vicini a Dio. La montagna è uno dei mezzi che ti permette di scoprirlo, se non subito lo capisci con il tempo. Grazie montagna per avermi dato lezioni di vita perché faticando ho imparato a godermi il riposo, perché sudando ho imparato ad apprezzar un sorso d’acqua fresca, perché stanca mi son fermata e ho ammirato le meraviglie di un fiore, la libertà di un volo d’un uccello, respirar il profumo della semplicità, perché immersa nel tuo silenzio son felice, serena e rilassata. Ti amo montagna.

Pensare alla bellezza del Paradiso, pregare insieme a te, sorridere a chi ci passa accanto.

Il Cristo pensante che dalla cima sembra osservare l’Umanità con estrema benevolenza.

GuardandoTi di vengono in mente mille cose, dalle più belle alle più brutte, ma è meraviglioso essere qui.

Seduti accanto a te ci sembra di vedere con un solo sguardo tutto il mondo…ora si che comprendiamo meglio come te, con un solo sguardo e un solo pensiero riesci a guardare tutti noi e ad abbracciarci tutti insieme.

Avanti, andiamo avanti, anche si ci sentiamo smarriti.

Ed eccomi finalmente al Cristo pensante, e senza parole per lo spettacolo di fronte a me. Grazie papà perché mi hai fatto riscoprire il significato della montagna, piccole cose che tra noi giovani vanno sparendo. Luogo di riflessione, luogo di preghiera, ma soprattutto un luogo per sorridere. E qui con il Cristo pensante mi fermo a pensare, tenendo per mano i nonni che stanno lassù, ma che mi saranno per sempre vicini.

La felicità sta nella qualità dei tuoi pensieri, ed oggi i miei pensieri sono meravigliosi.