Ciao Cristiana, quell’aquila ora ti ha portato lassù in Paradiso

Pensieri e parole — scritto da il 9 gennaio 2012

Ciao Cristiana, oggi quando tua  mamma Gianna mi ha chiamato per dirmi che te ne eri andata, che avevi chiuso gli occhi per sempre,  non sono riuscito a dirgli  un parola, sono rimasto paralizzato, non ci credevo eppure era così. Ora ti rivedo con me, con i tuoi 26 anni, lungo la salita che ci ha portati diverse volte al Cristo pensante. Ricordo che quel giorno, come abbiamo messo piede  in quel sentiero è arrivara l’aquila e ci ha accompagnato fino al bianco Gesù pensante. Ora quell’aquila dolomitica è venuta a prenderti a casa tua,  a Lugo di Romagna, silenziosa, mentre dormivi ormai vinta da quel male incurabile che ti ha resa prima cieca e poi ti ha portato via da noi. Ti ha adagiata sulle sue ali e si è alzata in volo, direzione nord, verso le Dolomiti che tanto amavi e ha sorvolato il Castellazzo, ti ha fatto vedere per l’ultima volta il tuo Cristo pensante e poi è partita per accompagnarti verso il cielo azzurro, verso l’ infinito, in  Paradiso.

Hai avuto una vita breve e non facile, non hai mai potuto vedere le meraviglie e i colori della natura, l’arcobaleno e i tramonti,  ma avevi sempre il sorriso e una parola scherzosa per tutti. E quel sorriso era straordinario quando hai toccato il Cristo pensante con la tua delicata mano e poi,  hai cantato, da brava tenore l’Ave Maria per tutti noi. Un momento indimenticabile.

Io quel giorno avevo cercato di raccontarti quello che vedevo con i miei occhi e con il cuore e spero tanto che tu lo abbia potuto vedere.

Ma ricordo anche il tuo bel sorriso mentre hai provato per la prima volta il nordic walking nella mia dimostrazione a Copparo nel Ferrarese, e che brava che eri nel sincronizzare quei bastoncini con il tuo corpo e a schivare quella rete di pioppi che crescevano in quel bellissimo parco.

E ricordo anche tutte le volte che in Facebook mi chiedevi di salutarti il Cristo pensante e di dargli un bacio per te. Sai quante volte lo ho fatto e quante volte ho pregato perchè tu possa vederci. Ma anche te sei un altro mistero di questa vita e a noi poveri umani non resta che accettare, senza alcuna spiegazione, la morte delle persone più care.

Potrei dirti che Lui ti ha voluto per cantare insieme agli angeli nel suo coro, ma in questo momento non ce la faccio a capire come funziona la vita e la morte e soprattutto non trovo una spiegazione logica al perchè si possa  morire alla tua età senza aver visto niente della vita. Ma forse mi sbaglio, te non ci vedevi ma in questi pochi anni hai colto forse tutto, hai visto  quello che a noi non bastano  nemmeno cento anni.

Il Cristo pensante è come il perno della  raggera di una ruota di bicicletta.. più ti avvicini a Lui e più ti avvicini alle altre persone che a loro volta vanno verso di Lui. Cristiana,  oggi sei  arrivata al perno e hai  fissato lì la tua dimora. I tuoi  occhi ora vedono chiaramente quello che noi,  brancolanti nelle ombre,  stiamo da sempre  cercando con quel poco di lumicino di fede che abbiamo.. Un giorno noi ti abbiamo  guidato lassù da Lui.. ora ti chiediamo Cristiana,  che un giorno tu ci possa rendere  il favore.

Da oggi cara Cristiana, quando salirò  al Cristo pensante non sarà più lo stesso perchè mi porterò sempre con te il tuo sorriso e quando toccherò quel Signore vestito di bianco sarà come lo toccassi te.

Mi hanno detto che sull’annuncio di morte vicino al tuo nome hanno messo la foto del Cristo pensante e allora ho capito che ogni volta che vorremo rivederti sorridere basterà salire sulla Cima del Castellazzo, perchè è là che sei e sempre sarai, vicino a Lui, al Cristo pensante.

Cara mamma Gianna, noi amici del Cristo pensante ti siamo vicini in questo triste momento e ti aspettiamo, per salire insieme in cima alla Cattedrale del Cristo pensante,  dove abbiamo conosciuto Cristiana e dove Lei ci starà sempre aspettando……. (Pino Dellasega)

 

 

 

Tags: , , , , ,

    23 Commenti

  • Chiara scrive:

    Dicono che sia Dio a consegnarci le croci, ma nello stesso tempo dia anche spalle per sostenerle. In momenti come questo, però, tutto risulta particolarmente incomprensibile e difficile da sopportare….
    Per cercare di trovare un senso, non posso che ricorrere alle parole di Daniela Zanetta che ora sarà sicuramente vicino a Cristiana e che, ricordando le parole di san Paolo “completo nella mia carne le sofferenze di Cristo”, scriveva: “Tu, Padre, mi hai affidato questo compito, questa croce, un sigillo impresso nella mia carne fin dal mio primo vagito, come se Tu volessi essere sicuro di non smarrirmi […]. Non sempre ho gradito questa tua attenzione nei miei riguardi; quante volte ho desiderato mescolarmi con la folla, essere una fra tante; ma Tu, vigile, mi richiamavi a Te, geloso, mi volevi. Io non capivo il Tuo amore perché per me significava dolore, per me erano ore di medicazione, tante rinunce, tanta amarezza; non comprendevo, non volevo. Poi tra le lacrime ti ho detto sì! Ti ho ricevuto per la prima volta nel cuore, Ti ho parlato: no, sei stato Tu a parlare e da quel momento Ti ho offerto il mio corpo malato, piagato, sfigurato. Ora sono tua e nonostante le cadute, le sbandate, non mi mischierò più alla folla, ma rimarrò ferma al centro del tuo amore” (Daniela Zanetta, 1962-1986).
    Un abbraccio speciale a mamma Gianna.

  • carolina monaci scrive:

    Dolce Cristiana, ragazza autentica,
    la tua ammirevole forza
    sino all’ultimo istante.

    Sei volata nel cielo
    verso la luce dell’alba
    salendo alla pace
    dove regna il Cristo
    nel tuo paradiso.

    Da lassu’ culla i tuoi cari
    dona balsamo per il loro dolore.

    Sorridi cara Cristiana
    sei giunta al premio
    della tua instancabile
    salita, alla pienezza del
    tuo essere vera.

    Ciao cara Cristiana,
    anche se non ti conosco
    desidero con queste parole abbracciare
    la Tua cara mamma…Ciao!

  • Francesco scrive:

    Di una luce splendente ora sei avvolta,
    il tuo sorriso contagioso non sarà mai spento,
    Gesù ora ti avrà accolta.

    Con l’aquila maestosa e silente veglierai,
    le cime inviolate meravigliata finalmente sorprenderai,
    gli animi di chi ti ha voluto bene consolerai.

    Quella corona di spine hai avuto,
    una croce hai sostenuto,
    ma l’esempio certamente hai dato: vola ora, vola in alto!

  • giovanna scrive:

    e ti alzera ,ti sollevera ,su ali d aquila…..

    • PAMELA scrive:

      E TI RIALZERA’, TI SOLLEVERA’,
      SU ALI D’AQUILA, TI REGGERA’,
      SULLA BREZZA DELL’ALBA
      TI FARA’ BRILLAR COME IL SOLE,
      COSI’ NELLE SUE MANI VIVRAI.

  • bartolomeo scrive:

    Carissima mamma Gianna, io non ho conosciuto Cristiana ma ne ho sentito parlare molto da Pino. Anche noi, poco più di un anno fà, abbiamo perso nostro figlio Enrico di soli 8 anni. Sappiamo benissimo cosa prova un genitore in queste situazioni ma, ricordati sempre che i nostri figli non gli abbiamo persi ma sono solo diventati invisibili, sono sempre al nostro fianco che ci guidano e ci aiutano. Il Cristo Pensante ha contribuito, e continua a contribuire, a farci sentire la loro presenza più viva che mai. Una cosa è certa: Cristiana ora è guarita. Vede con i suoi occhi e stai tranquilla che ti proteggerà sempre e ti darà tanta serenità. Ogni tanto ti capiterà di sentire la sua mancanza, in quel momento, pensa al Cristo Pensante e vedrai che lui in questo ti aiutera più di quanto tu possa immaginare. é quello che facciamo anche noi. è come se il Cristo Pensante ci mettesse in contatto con i nostri angeli.
    Spero di poterti incontrare un giorno con la mia famiglia (magari insieme a Pino) al Cristo Pensante. Un grande abbraccio da Bartolomeo, Valentina, Augusta, Jessica e il nostro angioletto Enrico…

    Carissimo Pino capisco il tuo stato d’animo per la perdita di Cristiana che tu conoscevi molto bene. Adesso anche lei fa parte degli angeli del Cristo Pensante. Credo, che loro abbiano, il compito di proteggere e di portare ancora tantissima gente al Cristo Pensante ma, in particolar modo dovranno protteggere te e aiutarti perchè la tua missione non è finita. Tu hai fatto una cosa straordinaria nel Castellazzo e, non hai idea a quanta gente hai ridato gioia serenità e pace e, noi questo lo possiamo testimoniare ad alta voce. Ricordati che ora anche Cristiana non vuole che tu sia dispiaciuto per la sua mancanza. Lei vuole vederti come sei sempre stato con il tuo sorriso e la tua semplicità (perchè ora lei ti vede con i suoi occhi).
    Anche a te un grandissimo abbraccio da Bartolomeo, Valentina. Augusta, Jessica e l’angioletto Enrico.

  • VaLentina scrive:

    IL SALUTO DI CHI SE NE VA
    Tienimi per mano
    intanto che me ne vado
    Tienimi per mano
    senti il mio tepore
    il ricordo lenirà
    il Tuo dolore
    Tienimi per mano
    stammi vicino
    Il tuo respiro è il mio sospiro
    Tienimi per mano
    copri il mio affanno
    con il Tuo canto
    Tienimi per mano
    fa vedere i miei occhi chiusi
    con il Tuo sguardo
    Tienimi per mano…
    ora lasciami andare
    in silenzio
    Ti sarò sempre accanto
    vl

  • Giovanni Fontanieri scrive:

    grazie Pino.. grazie di cuore per le parole fantastiche che hai scritto…

  • Nada Caldirola scrive:

    Carissima Cristiana, io ti ho conosciuto oggi attraverso una amica che mi ha parlato di te e di quanto amavi Gesù e tutti.
    Sicura che sei nella felicità più piena ti chiedo di aiutare adesso tutti noi a raggiungere come te il Paradiso. Tu l’hai fatto con un volo meraviglioso, io magari con gli scarponi pieni di fango, ma ci troveremo un giorno e potrò dirti quanto mi sei cara, anche se ti conosco da pochi minuti…
    GRAZIE Cristiana e grazie anche alla tua mamma e ai tuoi amici che hanno contribuito senz’altro a fare di te un capolavoro.
    Dice la scrittura 2divenuto perfetto in breve tempo compì le opere di una lunga vita” Sono sicura che adesso farai ancora tanto e tanto bene a tutti quelli che ti conosceranno.
    Salutami Gesù!

  • renza scrive:

    un abbraccio alla famiglia renza

  • Fiore scrive:

    Signora Gianna
    Dio si prende i migliori secondo un Suo piano,perchè essi ci possono guidare a trovare la strada che conduce a Lui,sono sicuro che la sua Cristiana ora si trova di fianco a Dio cosi da ammirare il Suo volto
    Lei le sarà sempra accanto
    Fiorenzo

  • Arcangelo scrive:

    nessuna parola, nessun pensiero può ridarle Cristiana…ma mi cereda quello che il Cristo Pensante ci da con il suo Amore ogni giorno è immensamente più grande di qualsiasi dolore. Lui ci da delle prove a volte per noi inconprensibili ma ci da anche la forza per superarle… Coraggio signora tutti noi siamo con lei. Arcangelo.

  • Arnaldo scrive:

    Cara mamma Gianna avevo letto la storia di Cristiana su sito del Cristo Pensante l’anno scorso.Sono un amante della montagna ,sono stato anchio l’assu con Pino,in quel posto magnifico dove ti puoi confidare e sembra che LUI CRISTO ti risponda [ci risponde basta saper ascoltare] . Appena posso saliro’ di nuovo sul monte Castellazzo,penso saremo un bel gruppo Insieme a noi ci sara’ sicuramente anche Cristiana e insieme pregheremo per tutte quelle persone che le vogliono bene. Un abbraccio forte da Arnaldo e Luisa .

  • gianna scrive:

    un grazie di cuore a tutti! scusate se rispondo solo ora. Mi piacerebbe incontrarvi al Cristo pensante e confido nell’aiuto di Pino! un caro abbraccio, Gianna

  • roberta scrive:

    Amici di Cristo Pensante,grazie a tutti voi per l’amore che emanate per poi distribuirlo ovunque andiate.Grazie per ciò che sapete dare al Cristo nei vostri dolori e sofferenze.Grazie per essere suoi messaggeri
    e portare a Lui altri amici. Il prossimo sarò io

  • Andrea e Paola scrive:

    Carissimo Pino, grazie per il grande sogno che ci hai regalato, avevamo programmato da molto tempo di ritornare al ” nostro Cristo” in occasione del pellegrinaggio di sabato 30 giugno per ringraziarlo delle grandi emozioni che ci ha donato la scorsa estate, ma problemi di salute lo hanno impedito. Comunque il nostro cuore e il nostro pensiero sarà con Voi in cima al monte Castellazzo. Ti preghiamo di voler lasciare il nostro GRAZIE ai piedi del Cristo abbracciandolo e lascia per noi una preghiera ( era il nostro desiderio per festeggiare proprio lassu’i nostri 25 anni di matrimonio ) Continua a portare tante persone su questo monte dove si vivono grandi emozioni e grandi
    sogni. Grazie

  • GIANNA scrive:

    Caro Pino, finalmente sabato tornerò sulle tue care montagne e domenica affronterò la salita al CRISTO PENSANTE con tanti amici, ma per la prima volta senza CRISTIANA. Ho un pò di tremore, so che piangerò, ma sono certa che CRI sarà con me, con tutti noi.
    Grazie per la tua amicizia e per i momenti belli che hai fatto vivere alla mia ragazza. Il dolore è grande ma sono certa che CRISTIANA ora sta cantando per quel GESU’ che tanto ama in cambio di grazie per tutti noi. Ti voglio bene, Gianna

    • Pino scrive:

      ciao cara Gianna, domenica Cristiana ci raggiungerà sicuramente perchè al Cristo pensante Lei stava bene e la potremno sentire nelle camzoni che il coro Sass Maor di Primiero intonerà per tutti i presenti con particolare riguardo alla tua Cristiana, che resterà sempre nei nostri cuori e nel cuore del Gesù pensante, un abbraccio Pino

  • GIANNA scrive:

    GRAZIE A TUTTI, IN PARTICOLARE A PINO, CLAUDIA E DONATELLA MA ANCHE ALLE TANTE PERSONE CHE MI HANNO SOSTENUTO E CHE HO CONOSCIUTO SU AL CRISTO PENSANTE.
    LA GIORNATA DI IERI E’ STATA RICCA DI TANTE COSE BELLE, SOPRATTUTTO QUELLE ARRIVATE AL MIO CUORE CON GESTI DI VERO BENE.
    UN ARRIVEDERCI A PRESTO RICORDANDOVI NELLE MIE PREGHIERE.
    GIANNA

  • mario scrive:

    era il 3 gennaio. ero arrivato a poche decine di metri dal CRISTO PENSANTE con degli amici.
    Ricordando quello che avevo letto di Cristiana, non me la sono sentita di proseguire e di andare davanti a Lui, non ne ero degno. Con una scusa mi son fermato e tornato indietro. Ci ritornero’ quando saro’ migliore.

Lascia un tuo commento

Trackbacks

Lascia un Trackback